Voterei Macron!

Come europeista spero sinceramente che Emmanuel Macron possa vincere domenica prossima le elezioni presidenziali contro Marine Le Pen.
Non ci può essere in questa fase alcun tentennamento a respingere quello che appare l'ultimo tentativo di una famiglia di scalare l'Eliseo.
Ricordate ? Un elenco che non ha eguali in nessun Paese:
1988: Jean-Marie Le Pen;
1995: Jean-Marie Le Pen;
2002: Jean-Marie Le Pen;
2007: Jean-Marie Le Pen;
2012: Marine Le Pen;
2017: Marine Le Pen;
2022: Marine Le Pen.
Una vicenda lunghissima che va ormai considerata come un'ossessione familiare.
Sarebbe ora di voltare pagina e capire le ragioni della crisi del sistema dei partiti tradizionali e la logica, già apparsa anche in Italia da tempo, della nascita di fenomeni che valorizzano demagogia e populismo. Per Macron, intanto, non sarà facile, tenendo conto degli esiti del primo turno.
Negli anni Settanta, Indro Montanelli (che fiutava i sentimenti dell'opinione pubblica moderata) invitò a «turarsi il naso» e a votare Democrazia Cristiana.
Speriamo che molti indecisi facciano lo stesso con il Presidente uscente.

Registrazione Tribunale di Aosta n.2/2018 | Direttore responsabile Mara Ghidinelli | © 2008-2021 Luciano Caveri