Noi e la Natura

Tramonto in piazza Chanoux, ad AostaQuesto periodo, nel declinare dell'estate, quando il buio si allunga sul mattino e arriva presto la sera, è tutto da vedere in Valle.
I colori che inseguono l'autunno iniziano dall'alto e precipitano verso il basso per prati e boschi e lo stesso vale per le temperature che diventano brutali nell'escursione termica.
La verticalità è un segno visibile nella nitidezza dell'atmosfera e il sole ha certe inclinazioni che accecano e nelle ultime ore del pomeriggio i suoi raggi offrono una luce calda e diffusa. 
Il cielo sembra più vasto e i tramonti assumono colori strani, spesso con nuvole lunghe e striate che sono dipinte fra vette che mai come in questa stagione sembrano disegnate e minerali. Cambiano anche familiari panorami urbani.
Distratti come siamo, in luoghi normali della nostra vita e della nostra quotidianità, ci abituiamo e i nostri occhi talvolta non vedono più o perdono lo stupore.
E' bello pensare, con Christian Charrière, "nous croyons regarder la nature et c'est la nature qui nous regarde et nous imprègne".

Registrazione Tribunale di Aosta n.2/2018 | Direttore responsabile Mara Ghidinelli | © 2008-2021 Luciano Caveri