Non ci resta che sorridere

La magnesia bisurataNei motteggi da liceali questa era una citazione in latino, finto precetto medico d'origine goliardica (fenomeno che ho solo sfiorato all'epoca del Liceo ad Ivrea), quando il "latinorum" veniva usato per i suoi effetti ridanciani: "Defecatio matutina bona tamquam medicina. Defecatio meridiana neque bona neque sana. Defecatio vespertina ducit hominem ad ruinam".
Traduco: "La defecazione mattutina fa bene quanto una medicina. La defecazione pomeridiana non è né buona né sana. La defecazione serale porta l'uomo alla rovina".
Mi è venuto naturale ripensare a queste frasi, pur essendo un orologio svizzero, quando mi è stato raccontato che sono i lassativi i medicinali più venduti in farmacia (seguono gli antidepressivi).
Quando ero bambino, l'incubo, in caso di stitichezza, era il clistere con la peretta, ma ricordo il nonno materno e la sua mania per le prugne secche "regolatrici". Ma anche  la pubblicità imperversava: dal "confetto Falqui" «al dolce sapore di frutta» all'amaro medicinale "Giuliani" (il proprietario ha di recente preso a pugni Emilio Fede), dalla "Magnesia bisurata aromatic" a quella "San Pellegrino".
Da ragazzini lo scherzo scemo implicava l'uso del "Guttalax" e ricordo parenti tossici di "Fave di fuca" o della "dolce Euchessina".
Attenzione, comunque, ai "faux amis", pensando a quell'amico che, vestito da sci di tutto punto, chiedeva, cercando le piste in una nota località sciistica francese, dove potesse andare a... "chier".

Commenti

Uso spesso dire...

«con tutta la ca**a che arriva, crescesse altrettanto trifoglio, sai quanti conigli servono?»
Che ci sia un nesso?*

*(cambiando la consonante si diventa consoni)

Questo ci vuole!

In questi momenti oscuri sorridere anche su di una cagata fa bene, grazie Luciano!
Per rimanere in tema goliardico come dimenticare il roboante «hic cagabimus optime?»

Registrazione Tribunale di Aosta n.2/2018 | Direttore responsabile Mara Ghidinelli | © 2008-2021 Luciano Caveri